dom pedro acqm (1)

Acquamarina.. un regalo per gli Dei

L’acquamarina e lo smeraldo sono varietà colorate della stessa famiglia, rispettivamente verde ed azzurra, ma eccezionalmente diverse.

Entrambi sono silicati di berillio e alluminio ma, mentre lo smeraldo ottiene il suo colore dalle tracce di cromo, l’acquamarina é il risultato della presenza di ferro all’interno del reticolo cristallino del berillo incolore.

La tradizione vuole che sia la pietra del mare, per il suo colore, la gemma protettrice dei marinai, che in caso di tempesta l’avrebbero dovuta buttare in mare per rabbonire il Dio del Mare Poseidone, il suo nome deriva dalle parole latine “aqua” (acqua) e “marinus” (appartenente al mare),   acqua di mare.
La maggior parte dell’ estrazione di Acquamarina si effettuano in Brasile,  dove sono stati trovati cristalli anche di ragguardevole caratura, ma anche il Madagascar è diventata un’importante fonte di estrazione.
Questa bellissima gemma azzurra, viene spesso erroneamente scambiata con il topazio, ma la sua eccellenza e pregio non ne è paragonabile. Un acquamarina trasparente, luminosa e con una forte saturazione di colore è parecchio rara.

Le pietre di acquamarina di qualità migliore sono di solito limpide, trasparenti e di colore intenso, ma in alcuni esemplari si possono avere inclusioni di minerali estranei. Un  tipo particolare di inclusioni creano per esempio l’effetto “occhio di gatto”, altre di tipo aciculare creano l’effetto stellato (in gergo tecnico detto asterismo).

Il taglio prediletto per questa gemma è quello “a smeraldo” (rettangolare o quadrato), ma viene tagliata anche a forme ovale, goccia o a cuscino.

Nella miniera di Santa Maria de Itabira, Brasile, se ne estraggono gli esemplari più preziosi, dal bellissimo colore azzurro intenso.

Non a caso le gemme con queste sfumature di colore sono chiamate “Santa Maria”.

Il ritrovamento più importante di acquamarina di qualità eccellente risale al 1910  in Brasile a Marambaya nella”Miniera Gerais”, venne lì estratta una pietra  di 110,5 kg, per 48,5 cm di lunghezza e quasi 40 cm di diametro, tagliata in numerose gemme per un peso totale di più di 100.000 carati.
Altra gemma degna di nota è il “Dom Pedro”, che raggiungeva i  27  chili di peso, prende il nome dalle due persone che la trovarono in Brasile nel non lontano 1980, in seguito fu tagliata nel 1992 da Bernd Munsteiner (famoso progettista di pietre preziose tedesco), è l’acquamarina più grande del Mondo con i suoi 10.363 carati, sarà esposta al museo di storia naturale a Washington.